domenica 25 maggio 2014

0 Behrami-Inter, il Napoli chiede 10 milioni! Mazzarri spinge per...


Marotta Di moda, non a caso a Milano, riconosciuta e apprezzata capitale del settore. Il biscione li, pronto ad avvolgerlo nella sua morsa, nell'abbraccio di un amico, Walter Mazzarri, pronto a fare carte false pur di imbrigliare nella nella sua ragnatela tattica Valon Behrami. Il primo tentativo la scorsa estate, andato a vuoto. La storia, però, cambia velocemente ed offre una seconda opportunità, al tecnico e al calciatore. Il primo ha bisogno di rimpiazzare Cambiasso che da pochi giorni ha salutato l'Inter. Serve uno schermo davanti alla difesa, un uomo da impiegare a protezione dei due centrali difensivi. Già perché la svolta, strano a dirsi, arriva proprio da San Vincenzo: addio alla linea a tre, ecco la difesa a quattro, “garantita” nelle sue funzioni dal classico frangiflutti, pronto dare manforte ad entrambi i reparti, un po' come De Rossi alla Roma. L'idea porta al nazionale elvetico, pronto a disputare i mondiali brasiliani. Palla al Napoli che per bocca del suo Presidente ha ammesso di potersi liberare, senza nemmeno troppe angosce, dell'ex mediano della Fiorentina.
Nessuna opposizione della società men che meno di Benitez che anzi, vorrebbe sfruttare i proventi della cessione per mettere a segno un colpo importante proprio nella zona nevralgica del campo. Il feeling con l'allenatore spagnolo non è mai nato: prima il tentativo di impiegarlo da terzino destro, con il secco rifiuto del giocatore, deciso a confermarsi nel suo ruolo, poi le prestazioni scadenti, dovute ad una nuova impostazione tecnico-tattica che ha finito per penalizzarlo. Infine gli infortuni che non gli hanno concesso di raggiungere un grado di forma accettabile. Una stagione in chiaroscuro dal punto di vista personale, condita da qualche tweet avventato e poco gradito dalla piazza telematica. Prime crepe di un rapporto che dopo due anni appena sembra destinato a concludersi. La società ha aperto alla trattativa e le possibilità che l'affare vada in porto sono decisamente alte. Il Napoli vorrebbe recuperare l'investimento, pari a otto milioni di euro, ma per una cifra leggermente più bassa (sei milioni) si potrebbe chiudere in tempi anche rapidi. L'ipotesi scambio (si è parlato di Guarin o Ranocchia) non stimola la fantasia del club partenopeo che preferirebbe incassare denaro liquido per incrementare le risorse da spendere sul mercato. I meneghini, dal canto loro, vorrebbero sistemare la faccenda prima della rassegna mondiale per lanciare subito un segnale importante a Mazzarri (suo principale sponsor) e ai tifosi. I presupposti per la ratifica dell'accordo non mancano, l'addio è dietro l'angolo.

Fonte: ilRoma


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile