giovedì 29 maggio 2014

0 (FOTO) La strana storia di Godin e del suo trasferimento per appena 27 euro...

Ventisette euro, ventisette. Tanto il Club Atlético Cerro di Montevideo pagò, nel 2003, il 17enne uruguaiano Diego Godín, attualmente considerato uno dei migliori centrali del mondo, perno della difesa della Celeste guidata da Óscar Tabárez, prossima avversaria degli azzurri a Natal il 24 giugno. Quattro gol in Liga quest’anno tutti di testa: l’ultimo il 17 maggio al Camp Nou, ha regalato il titolo, il Décimo, all’Atletico dopo 18 anni di attesa. E, sabato scorso, sempre di testa, stava invece per sottrarre la Décima al Real per dare al Cholo Simeone uno storico doblete.
IL REPERTO — Come si evince da un documento della Asociación Uruguaya de Fútbol pubblicato su Twitter dall’attore uruguaiano Rafael Cotelo, tifoso del Cerro, il club di Montevideo lo acquistò nel 2003 per 840 pesos, circa 27 euro, dal Defensor Sporting, altra squadra della capitale, dove faticava a trovare spazio. Vi era arrivato l’anno prima, a 17 anni, dalla sua citta natale, Rosario, in cerca di fortuna come studente-calciatore. Dopo tre stagioni nel Cerro, e 6 reti segnate, passò al Nacional. Nel 2007 la migrazione in Spagna, da cui ha ottenuto il passaporto. Nel Villareal ha collezionato 91 presenze e 5 reti. Nel 2010 il trasferimento all’Atletico Madrid: 5 gol in 109 partite il suo score colchonero. Avviso per Prandelli: in Nazionale, 75 caps e 3 gol.



Fonte: Gazzetta dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile