giovedì 29 maggio 2014

0 I tifosi sognano la 'pazza idea' da 30 milioni: la lista dei nomi da urlo!


Non c’è niente da fare. Poche suggestioni di mercato accendono la fantasia dei tifosi quanto quelle di un nuovo colpo in attacco. E questi tifosi del Napoli non sono mai sazi. Anzi, non lo è nemmeno Rafa Benitez. 104 gol in stagione possono non bastare. La “fame” di gol è sempre accesa, sempre aperta. Il fascino del gol è quasi invincibile. E nemmeno Higuaìn, Mertens, Callejon, Insigne e Zapata bastano. Goran Pandev è rimasto volutamente fuori da questo elenco. Perché lui nel nuovo Napoli quasi sicuramente non ci sarà. Il macedone ha chiesto la conferma e il rinnovo, ma senza neanche troppa convinzione. Salvo sorprese andrà via, e si fa largo la pista per un suo sostituto. Chi? Il profilo che cerca il Napoli è quello dell’attaccante in grado di fare sia la prima che la seconda punta. Un po’ come Pandev, anche se di certo senza esaltare. Le soluzioni ci sono: Elkeson, Mitroglou, Gilardino. Sono nomi che già circolano e di profilo non altissimo. Economicamente “alla portata”. Ma ci sono anche altri nomi più appetibili, più “gustosi”.
Non solo per la qualità dei giocatori, ma anche per l’età. Juan Iturbe, ad esempio, per il Napoli rappresenta un rammarico. Poteva arrivare quattro anni fa, ma non se ne fece nulla. Era minorenne e c’erano delle beghe burocratiche che scoraggiarono il Napoli. Oggi è uno dei pezzi pregiati del mercato. Il Verona lo ha riscattato dal Porto per 15 milioni di euro, con l’intento di rivenderlo. Ne chiederà altrettanti, come minimo. Altro che 20 milioni più una contropartita. Si è vociferato di un discorso che ruotava attorno a 20 milioni da parte del Napoli più Radosevic. Assolutamente priva di fondamento questa ipotesi. Sicuramente il Napoli ha preso informazioni su Iturbe, e sa che il club scaligero di milioni ne chiede almeno 30. Forse 35. Senza contropartite. E di questo parlerà col Real Madrid la prossima settimana. 35 milioni sull’unghia. Napoli e Roma (anch’essa interessata a Iturbe) possono solo rimanere alla finestra in attesa di capire se può venire fuori un’occasione. Una come quella di Ciro Immobile. Altro gioiello dell’ultimo campionato. Proprio ieri il presidente del Torino ha detto no all’ultima proposta del Dortmund per 18 milioni di euro. (l’attaccante è in comproprietà con la Juventus e serve il sì di entrambe le società). Cairo ne vuole molti di più. Si dice trenta, ma forse ne bastano 25. C’è chi dice anche 20, ma per ora i tedeschi hanno incassato soltanto no a ripetizione. Il Napoli osserva, e magari chissà. Ad oggi i piani sono di investire per un centrocampista, ma non si può mai dire. Iturbe, ma soprattutto Immobile, accenderebbero l’entusiasmo dei tifosi. Il ruolo è quello, però. Serve un vice-Higuaìn, perché nel tridente baso è dura togliere due tra Mertens, Hamsik, Callejon e Insigne. Forse più Immobile rappresenta un profilo giusto, mentre un’altra punta esterna che potrebbe interessare è un altro giovane, stavolta colombiano. Luis Muriel dell’Udinese è sicuramente un talento. Giovane e di prospettiva. Di certo costoso (non meno di 15 milioni). Al Napoli piace da molto tempo, ma in questo caso c’è qualche titubanza, dovuta soprattutto alla tenuta fisica del giocatore, che fatica a tenere una brillante condizione fisica. I rapporti su di lui sono sempre stati ottimi (definito un mini-Ronaldo, il brasiliano) ma il Napoli valuterebbe un suo acquisto solo in casi particolari. Di certo la preferenza è per valutarlo meglio dopo un campionato da titolare, cosa che non gli è riuscita di fare neanche nella stagione appena conclusa.


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile