giovedì 22 maggio 2014

1 Javi Martinez, in Germania lo offrono al Napoli!


«Preferisco cucinare la carne di primo taglio...», ha detto Benitez riferendosi al giocatore del Barcellona e capitano della nazionale argentina. Lo spagnolo, undici titoli in carriera, parla con cognizione di causa: senza campioni non si cresce. Per il presidente, invece, l’orchestra è più importante dei solisti. «Il Napoli non deve inseguire per forza i grandi nomi, abbiamo più bisogno di individuare gli interpreti giusti», sostiene il numero azzurro, forte degli ottimi investimenti fatti l’estate scorsa con Callejon e Mertens. I giocatori di qualità non mancano. Si tratta soltanto d’individuarli e strapparli in anticipo alla concorrenza, come il club azzurro è certo di aver fatto con Koulibaly: giovane e promettente, anche se non ancora all’apice della sua carriera. Benitez ne ha benedetto l’acquisto, con convinzione: ma pure con strategica disponibilità. Il difensore centrale francese non è infatti costato troppo e ha dei sicuri margini di crescita: quanto basta, dunque, per farne un potenziale pupillo di De Laurentiis.
Ma ora tocca al presidente fare un passo nella direzione di Rafa e accontentarlo, con un rinforzo di “primo taglio” di quelli tanto apprezzati dall’allenatore. Come Javi Martinez: centrocampista del Bayern di Monaco che i media tedeschi accostano al Napoli. E ancora di più come Mascherano, perfetto per il palato fine del tecnico e con tutti i “pro” al posto giusto: intelligenza, duttilità, talento e soprattutto tanta esperienza. El Jefecito, soprannomedel campione argentino, significa “piccolo capo”. Proprio quello che occorre agli azzurri, privi (Reina a parte) di un vero leader. Ecco perché Benitez vuole Mascherano a ogni costo, sfidando anche i rispettabili “contro” di De Laurentiis: dall’età (30 anni) del centrocampista del Barcellona ai costi molto elevati del suo cartellino e soprattutto del suo ingaggio, 4.5 milioni a stagione. Economicamente quello di Jefecito non è un profilo da Napoli, alfiere del fair play finanziario e dei conti a posto. Ma dal punto di vista tecnico l’argentino è l’uomo giusto: il capo, piccolo solo di statura, di cui gli azzurri hanno avvertito tanto la mancanza. E per giunta, grazie ai bisnonni, con il passaporto pure italiano. Benitez è in vacanza, il pallino passa a De Laurentiis, che ieri ha incontrato il sindaco in Comune. Sono i giorni decisivi per la firma della nuova convenzione e una convivenza che si spera meno turbolenta fra Comune e società azzurra: il San Paolo e Mascherano, sarà un’estate calda.

Fonte: Repubblica


1 commenti:

Feeds Comments
Antonio Falciano ha detto...

Martinez? Il Bayern lo ha pagato 40 millioni di Euro. Mica viene a Napoli..:!!!

Versione mobile