martedì 13 maggio 2014

0 Solo illazioni, biglietti venduti solo on-line: nessun passaggio di...


Tante le illazioni quest'ultima settimana da parte dei media nazionali sui rapporti tra il Napoli ed una frangia della tifoseria organizza. Il Napoli è pronto a fornire tutti i chiarimenti alla Procura sui rapporti con la tifoseria che sono ritenuti trasparenti e leciti. Un anno fa il Napoli ha preso la decisione di chiudere i botteghini (sembra per ridurre i costi di gestione), la vendita dei tagliandi avviene esclusivamente on-line. Per la finale di Coppa Italia la Lega calcio ha concordato la distribuzione libera di una quota di ticket, appunto quelli che sarebbero stati acquistati dai gruppi ultrà che non hanno aderito alla «Tessera del tifoso» e non seguono il Napoli nelle trasferte di campionato, potendo invece farlo nelle gare internazionali. Soltanto gli ultrà colpiti da Daspo non avrebbero potuto acquistare quei biglietti presso le rivendite autorizzate. Nessun passaggio di tagliandi dagli uffici di Castelvolturno agli ultrà: lo staff di De Laurentiis ne è certo.
Il rapporto con la tifoseria esiste ed è affidato a un dirigente, indicato anche al ministero dell’Interno e all’Uefa, che ha creato la figura dello “Slo”, acronimo di Security Liaison Officer: punto di raccordo tra il club, i sostenitori e l’ente organizzatore dell’evento calcistico.

Fonte: ilMattino


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile