domenica 29 giugno 2014

0 Aulas ne chiedeva 17, adesso 12 mln andrebbero più che bene!


Se da una parte c’è questa nuova pista che potrebbe accendere il mercato estivo del Napoli, dall’altra non sembra ancora spenta l’aspettativa per Maxime Gonalons, che rimane un mistero quasi inestricabile. Se alcune voci vedono i due club vicini a concludere l’affare, dall’altra il nuovo allenatore del Lione Hubert Fournier ha dichiarato in conferenza stampa ,due giorni fa, che nessuna squadra ha fatto vere offerte né per Gonalons, né per l’altra stella della squadra Clement Grenier. Ma,  a spingere la società francese alla vendita dei pezzi migliori è la sua situazione finanziaria: «C’è una realtà economica da tenere in conto - ha detto Fournier - e dei contrattempi. Per il momento loro sono là e non ci sono state vere offerte. E’ chiaro che durante la Coppa del Mondo il mercato si rallenta, ma perderli entrambi per me sarebbe davvero un problema».

12 A far riprendere i colloqui negli ultimi giorni sarebbe stato la diminuzione delle richieste del Lione, che erano giunte a 17 milioni di euro per il cartellino del giocatore. I francesi avrebbero abbassato di due milioni le loro pretese, ma vista la storia pregressa del mercato di gennaio, a condire la trattativa c’è un filo di diffidenza, anche perché anche di recente il presidente del Lione, Jean Michel Aulas, aveva fatto capire che le sue intenzioni erano quelle di convincere il calciatore a mantenere la sua fascia di capitano, per scrivere insieme un nuovo capitolo nella storia della società. La data del 30 giugno sembra in queste ultime ore quella che potrebbe rivelarsi decisiva: ovviamente il Napoli lavora sul prezzo e se alla fine potesse farlo scendere a 12 milioni il dado sarebbe tratto. La strategia d’attesa del club di De Laurentiis può favorire uno sconto da parte dell’Olympique Marsiglia. Gonalons aspetta un segnale dai suoi dirigenti per capire il futuro: è legato al Marsiglia, ma la prospettiva di giocare in Champions League con il Napoli è affascinante.

Fonte: Corriere dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile