sabato 28 giugno 2014

0 Bigon e lo scouting azzurro riallacciano i contatti con la Francia: c'è un motivo se il Napoli...


Abbandonata anni fa, prima dell'era De Laurentiis, la pista francese è tornata di moda nel Napoli. Specie negli ultimi tempi, con l'avvento di Bigon alla direzione tecnica e la formazione di un nuovo settore scouting composto da due ex collaboratori del Brescia, Micheli e Mantovani, e da un giornalista, Zunino. Il Napoli ha cominciato a mettere sotto la lente di ingrandimento diversi elementi della Liga 1, soprattutto giovani naturalizzati e quindi con doppio passoporto, da un paio d'anni. Evidentemente il rapporto qualità-costi è stato ritenuto abbastanza interessante. Anche Benitez possiede una nutrita banca data dei calciatori transalpini. Lo scorso anno venne ingaggiato Anthony Reveillere ma solo per tamponare un'emergenza. Il difensore, svincolato, firmò un contratto per una sola stagione. A gennaio è arrivato anche Ghoulam. Dopo l'acquisto di Kalidou Koulibaly e l'interessamento per Samuel Umtiti, ecco il ritorno di fiamma per Maxime Gonalons, un calciatore mai uscito dal mirino del club partenopeo ed oggi decisamente più vicino di quanto si possa pensare. Nel passato, Blanc e Boghossian, i calciatori più famosi arrivati dal campionato francese.

Fonte: ilRoma


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile