martedì 24 giugno 2014

0 Da Kovacic a Origi, tutti i campioncini Under 20 del Mondiale da tenere d'occhio!


Diario mondiale, taccuino aperto, carta e penna. Ecco i miei migliori giovani Under 20 della Coppa, potete non essere d'accordo. Lista che aggiorneremo strada facendo, il mercato intanto prende nota. L'ordine è sparso, iniziamo da Kovacic. Per Thohir, il gioiellino croato non è sul mercato, da Madrid vorrebbero provare comunque con un'offerta. Poi, Gimenez, classe 95: difensore centrale destro, uruguaiano, contro l’Inghilterra ha giocato in una difesa a 4 in coppia con Lugano. Molto grintoso e determinato, bravo nell’anticipo. Lo voleva Inter, l’ha preso l'Atlético ma potrebbe andare a giocare in prestito.

Alt, c'è Depay, l'ala del PSV seguito da mezza Europa.Parte da sinistra con una velocità impressionante, la palla incollata al piede. Tecnicamente dotatissimo, molto potente, bravissimo negli assist. Origini ghanesi ma naturalizzato olandese. Segna moltissimo: nell'ultima stagione,12 gol in campionato. Costo, circa 5 milioni di euro. Da prendere subito.
In porta, Kapino (94) ovvero il portiere greco del Panathinaikos, colosso di 1.95. Bravo nelle uscite basse, non ugualmente in quelle alte. È molto reattivo, ricorda Toldo come caratteristiche. Piace a club inglesi e da noi lo seguono Verona e Genoa.

Si alza il livello, aumenta il prezzo: c'è Sterling, il pezzo pregiato del Liverpool e della nazionale inglese. Jamaicano di nascita, forse anche per questo dotato di una velocità pazzesca. Può giocare in tutte le posizioni dell’attacco ma principalmente a destra, un'ala molto offensiva. Dribbling, velocità e accelerazione le sue migliori caratteristiche. Ultima stagione da titolare: 9 gol, 7 assist. Valutazione 13 milioni di euro. In Inghilterra si parla molto di lui come sostituto di Di Maria, se mai il Real dovesse cederlo al Monaco. A proposito di inglesi, occhio a Shaw, dal Southampton con furore. E’ un esterno sinistro, lo vogliono Real e Manchester United. Difensore bloccato, non spinge molto ma quando lo fa ha una buona progressione. Uno degli errori di Hodgson, non puntarci.

E infine, Origi. A segno ieri, gioiellino nato in Belgio da famiglia keniota. Figlio d'arte, gioca nel Lille in Francia. Attaccante che svaria, non molti gol nel sangue, é più un uomo squadra. Fa salire la squadra, bravo tecnicamente, potrebbe fare comodo ad una media squadra di Serie A. Ma il prezzo è già da squadre inglesi: il Lille ha appena rifiutato un'offerta da 12 milioni più 3 di bonus, la squadra è misteriosa ma potrebbe essere l’Arsenal. Che non ha avuto bisogno del Mondiale per accorgersene.

Fonte: Calciomercato.com


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile