mercoledì 11 giugno 2014

0 I tifosi azzurri ringraziano Benitez, spunta un retroscena clamoroso su De Laurentiis e il mercato!


Il marchio di Rafa: cominciò con Callejon, il secondo acquisto del nuovo progetto (il primo fu Mertens), continuò con Reina, passò attraversò Albiol e si chiuse con Higuain, ch'è argentino ma abitava a Madrid, dunque aveva già conosciuto il calcio europeo e per certi versi aveva metabolizzato quello più vicino alle abitudini italiane. La Spagna, diamine: e pensare che c'erano, ad un certo punto, dei preconcetti, perché Victor Ruiz, arrivato dall'Espanyol e ceduto un anno dopo al Valencia, oltre a portare in dote una plusvalenza, aveva lasciato qualche perplessità, ribadendo un concetto spesso sottolineato in Italia. «Qui gli spagnoli faticano». Era successo in passato, un po' ovunque, ma forse è un luogo comune: se lo è chiesto anche De Laurentiis, di recente. «E pensare che mi dicevano: non comprare gli spagnoli». E' andata a finire che Reina è diventato una sorta di totem, che Callejon ha segnato addirittura venti reti che per Albiol qualcuno si sia spinto a dire «mai avuto uno così elegante dai tempi di Krol» e che Higuan, l'argentino di Spagna, ne abbia segnate ventiquattro. A proposito: Rafa viaggia con staff spagnolo (e con Fabio Pecchia come secondo). Napoli, quartiere spagnolo.

Fonte: Corriere dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile