mercoledì 18 giugno 2014

4 Il Barça dovrà vedersela con De Laurentiis per Higuain: Aurelio non è Moratti che...


Un pò come era successo domenica a Higuain, che rimane al centro delle discussioni anche qui in Brasile. Si è scopeto che è uno dei principali attivisti di un partito che ha in Messi il suo leader assoluto per quanto silenzioso, quasi paralizzato dalla timidezza, anche se molto deciso nelle sue volontà. Uno strano partito che non vuole e non può farsi propaganda, ma che intende essere determinante nelle scelte che l'Argentina di volta in volta fa. Il portavoce del partito è il centrocampista Gago, una stagione anche alla Roma, influente nello spogliatoio e perciò assai ascoltato dal ct Sabella. E' stato lui, ispirato da Messi e spalleggiato da Higuain, a fare pressioni nell'intervallo della partita con la Bosnia, perché la squadra, che pure era in vantaggio, cambiasse completamente gioco: da iper prudente a iper offensivo. Una decisione che ha lasciato qualche strascico e molti malumori. Soprattutto quelli degli esclusi Campagnaro e Maxi Rodriguez.
Impegnato in prima persona in queste manovre di spogliatoio, nella house of cards albiceleste, Higuain non è solo per ipocrisia che evita di dire parole chiare sul suo futuro. Da testimone auricolare posso garantire che i suoi equilibrismi verbali vanno letti in chiave di «politica interna». Un omaggio al leader, all'uomo che, se lui sta bene, gli garantisce un posto da titolare. Ecco perché ha detto: «Sarebbe un grande piacere giocare nella stessa squadra di Messi. Chi non sarebbe orgoglioso di essere inseguito da un club con il Barcellona?». Non uno sgarbo al Napoli, un segnale in codice. E, ulteriormente sollecitato, non ha potuto che rispondere: «Per adesso sono solamente concentrato sul Mondiale». E sui suoi intrighi. Possono perciò stare tranquilli i tifosi del Napoli? Con moderazione. Ronaldo parlava nello stesso modo durante i Mondiali 2002 e poi lasciò l'Inter per andare al Real Madrid. Il Barcellona però dovrà comunque vedersela con De Laurentiis, non con il Moratti che non riusciva a dire no ai suoi giocatori.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno


4 commenti:

Feeds Comments
Alessandro Del Gaudio ha detto...

Questi tifosi napoletani del cazzo guardassero solamente in casa propria! Pulitevi la bocca con l'acido prima di parlare di Moratti!!! Tenetevi stretto quel pappone di De Laurentis! By uno stabiese.

Anna Veneziano ha detto...

Meglio Moratti e Thoir che chidono prestiti e non vogliono spendere un euro,senza parlare di Mazzarri che vuole tutto il Napoli.

Anonimo ha detto...

E tu vai sul tuo sito coglione! By strunz.

65 ha detto...

Alessandro dici a Moratti di fare una pulizia dei denti.......LOTA......pulisciti la bocca quando parli dei napoletani.

Versione mobile