venerdì 6 giugno 2014

1 Il Barcellona non si arrende e insiste: se Aguero dice 'no' sarà assalto ad Higuain!


Luis Enrique fa finta di non sentire. Il tecnico spagnolo insiste per poter avere alla sua corte Gonzalo Higuaìn nella prossima stagione. Sa bene l’ex allenatore della Roma che è difficile dire di no al Barcellona e di conseguenza non si arrende. De Laurentiis ha rispedito al mittente qualsiasi offerta e di conseguenza l’obiettivo si è spostato su Sergio Aguero. Se, però, quest’ultimo dovesse “dare” buca, allora si punterebbe tutto sul Gonzalo partenopeo. Benitez continua a non scomporsi più di tanto quando dalla sua Spagna arrivano notizie del genere. Ma se veramente il Barca ha deciso di “prendersi” Higuaìn, allora l’allarme scatta di conseguenza. Per amor del cielo, il Napoli è diventata una big europea, grazie a Rafa si è vinta la seconda Coppa Italia e per tornare in Champions si dovranno disputare i preliminari. Da qui, però, a fare paragoni con il club catalano ce ne vuole. Nessuno rifiuterebbe una offerta di una delle squadre più forti al mondo. Neanche Higuaìn che fino a due stagioni fa giocava nel Real, nemico storico del Barcellona.
Certo è che il Napoli non può permettersi il lusso di perdere l’uomo attorno a cui deve essere costruito il progetto azzurro. Sarebbe un errore gravissimo gettare alle ortiche un inizio di un nuovo ciclo targato Benitez. Naturalmente i soldi sono l’aspetto fondamentale di questa vicenda. DeLa ha sborsato 38 milioni di euro per acquistare il Pipita e sicuramente sparerà alto nel caso in cui il Barca dovesse presentare una offerta seria. Meno di cinquanta milioni il patron non si siederà al tavolo di nessuno. Tanto meno del Barcellona che vuole portargli via l’uomo migliore del Napoli. Va detto, comunque, che il Barcellona sa che la trattativa non è facile. E per questo motivo ha puntato molto su Sergio Aguero. L’argentino del City è più abbordabile, di certo non costa quando il connazionale Higuaìn. E dall’altra parte ci sono gli arabi e non Aurelio De Laurentiis che quando decide di non mollare un giocatore lo fa e basta. A meno che, poi, non insiste il diretto interessato. Vedi Cavani. Ma l’addio del Matador ha fatto incassare la bellezza di 63 milioni di euro. Non bruscolini, ma soldi veri che hanno permesso a De Laurentiis di accontentare Benitez in tutto e per tutto. Come si sa Rafa ha il polso della situazione. Difficilmente si farà portare via uno come il Pipita. Da una squadra, poi, nemica storica del suo Real. Lo spagnolo, però, è una garanzia fino ad un certo punto. Bisogna convincere i campioni a venire ma anche a restare con un progetto serio. Vanno bene tutti i fair play di questo mondo ma serve anche una politica diversa per vincere. Senza i big non si arriva da nessuna parte. Certo, si può vivacchiare tra il secondo e terzo posto, ma è difficilissimo arrivare ai livelli della Juventus. Figurarsi del Barcellona o del Real Madrid.

Fonte: iLRoma


1 commenti:

Feeds Comments
Raffaele GRVzeroventotto ha detto...

40 milioni sono pochi sborsatene almeno 120 se lo volete altrimenti lo guardate in TV!!!

Versione mobile