domenica 29 giugno 2014

0 l pagellone degli "italiani". Cuadrado e Yepes al top


Per chi tifiamo adesso? Uscita l’Italia, non ci restano che gli stranieri della Serie A da seguire con attenzione e passione. Da oggi fino alla fine del Mondiale noi li seguiremo con un pagellone che aggiorneremo partita dopo partita. Nei primi due ottavi i nostri “italiani” erano Vidal, Isla, Pinilla, Cuadrado, Zuniga, Zapata, Yepes, Guarin, Caceres e Abel Hernandez.
  
1° Cuadrado (Colombia/Fiorentina) 7 - In Brasile sta facendo il fenomeno come a Firenze. Suo l’assist per il 2-0 di James Ridriguez.

2° Yepes (Colombia/Atalanta) 7 - L’età non gli pesa. E’ fra i più reattivi contro l’Uruguay.
  
3° Zuniga (Colombia-Napoli) 6,5 - Per come gioca, si capisce quanto sia mancato a Benitez durante tutta la stagione.
  
4° C. Zapata (Colombia-Milan) 6,5 - Sembra un altro rispetto alla stagione milanista. E’ sicuro, preciso, attento.
  
5° Pinilla (Cile-Cagliari) 6,5 - Ricorderà la traversa del Mineirao come l’attimo in cui poteva travolgere non la Seleçao, non il Brasile intero, ma tutto il Mondiale. Entra bene in partita, ma sbaglia uno dei rigori cileni.
  
6° Vidal (Cile-Juventus) 6 - Merita la sufficienza, nonostante una prestazione non certo alla sua altezza, perché un altro, al suo posto, non avrebbe giocato questo Mondiale. E’ un guerriero e lo conferma di fronte al Brasile.
  
7° Isla (Cile-Juventus) 6 - Gioca come nella Juve, con volontà e imprecisione.
  
8° Hernandez (Uruguay-Palermo) 5,5 - Entra a metà ripresa e ha pochi palloni da sfruttare.
  
9° Caceres (Uruguay-Juventus) 5,5 - Quando incontra Cuadrado, sono dolori.
  
Guarin (Colombia-Inter) sv - Contro l’Uruguay gioca appena 10 minuti.

Fonte: Corriere dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile