sabato 7 giugno 2014

0 Novità sui fatti di Tor di Quinto, il superteste modifica il racconto e rischia di essere indagato!


Interrogatorio sospeso e pericolo di essere iscritto per rissa nel registro degli indagati per Raffaele Puzone, super testimone nell’inchiesta sugli incidenti accaduti il 3 maggio scorso a Roma in occasione della partita di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. Negli scontri avvenuti nella zona di Tor di Quinto tre tifosi napoletani furono feriti a colpi di pistola. Per quella vicenda è stato arrestato l’ultrà giallorosso Daniele De Santis.

La svolta imprevista si è avuta nel corso dell’incidente probatorio, disposto dal gip Giacomo Ebner per dare forza di prova a quanto il testimone aveva dichiarato alla polizia subito dopo gli incidenti, culminati con il grave ferimento del tifoso napoletano Ciro Esposito.

Oggi il testimone ha modificato una parte del suo racconto. Il tifoso del Napoli Puzone aveva detto di aver visto De Santis in compagnia di tre o quattro persone, che indossavano un casco nero, scagliarsi contro un autobus di tifosi napoletani che passava nella zona di Tor di Quinto. Il supertestimone aveva poi raccontato di aver visto una persona, identificata in Daniele De Santis, impugnare una pistola per difendersi da un gruppo di tifosi avversari. Nel racconto iniziale Puzone aveva però dichiarato che al momento della sparatoria si trovava accanto a Ciro Esposito mentre oggi invece ha detto che era dietro di lui, ad alcuni metri di distanza.

Fonte: Il Mattino


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile