venerdì 18 luglio 2014

8 BENITEZ AMMETTE - "Quest'anno vogliamo vincere lo scudetto!"



Intervenuto in conferenza stampa, Rafa Benitez, tecnico del Napoli, ha parlato subito dell'addio di Antonio Conte, scacciando l'ipotesi di una Juventus più debole con Allegri in panchina: «Preferirei pensare alla mia squadra e non guardare in casa altrui. Certo, Conte era un grande giocatore, ma lo è anche Allegri e dunque la Juventus non ha perso molto. Hanno una grande squadre e restano tra i favoriti per la vittoria finale».

RIPARTIAMO - Dopo la buona prima stagione, Benitez dovrà ripartire dalle certezze trovate in questi dodici mesi: «Vogliamo giocare un bel calcio e vincere le partite, però serve trovare ancora un po' più equilibrio. L'atteggiamento dei ragazzi e della società è stato perfetto, la nostra struttura sta crescendo e lo farà ancora di più. Ma non so dirvi a che livello possiamo parlare, so solo che questa è la strada giusta. Mercato? Oggi la squadra è un po' più forte, voglio recuperare tutti e poi lavorare sul campo, solo lì avremo risposte importanti».

LEADER - Tra i punti di riferimento Marek Hamsik, pronto a consacrarsi definitivamente: «Hamsik? Non conta tanto il modulo, dobbiamo trovare una posizione giusta per farlo rendere al massimo. Sono sicuro che crescerà ancora e ci siamo posti come obiettivo tra i dieci e i dodici gol. Michu? È un ottimo giocatore, può agire sia da prima che da seconda punta, ha ottimi tempi di inserimento e sono felice del suo acquisto».

OBIETTIVI - Dopo un anno di rodaggio, Benitez è pronto a puntare allo Scudetto: «Non abbiamo paura di lottare per lo Scudetto, tutto è possibile. La squadra sarà competitiva e proverà a vincere ogni partita, ma poi bisogna considerare anche gli avversari: se Roma e Juventus ripetono quanto fatto, sarà molto dura. Ma l'obiettivo di partenza è proprio quello».

Fonte: CalcioNews24.com


8 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

Rafè RAFEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE' ! ! !
Non dì strunzat, Rafè !

Anonimo ha detto...

E quando uscirà questo film, a Natale?!

Anonimo ha detto...

Se c'è una persona, nel Napoli, che non dice mai stronzate è proprio Rafele!!! Non ha detto vinciamo ... ha detto siamo tra le favorite per vincere ... . Poi ha aggiunto se ... sarà dura!!! Questo uomo rappresenta il 70% della ricchezza della SSC Napoli, per qualità, competenza e serietà!!!

Anonimo ha detto...

Anonimo 14:06..nessun "se" e nessun "sarà dura": E' IMPOSSIBILE. Per quanto Allegri non sia certamente all' altezza di Mr. Marmotta in testa, ha comunque a disposizione una squadra forte in tutti i reparti. La Roma, che già lo scorso anno aveva una squadra anch' essa forte e ben strutturata, acquista Ashley Cole, Iturbe e ora sta trattando anche Carrasco e Shaqiri. Noi? Preso Michu, un ex scassato che bisogna vedere se renderà quest' anno, Koulibaly, ragazzino proveniente dal campionato belga e prima ancora dalla serie B francese. Cos' altro? Ah, rinnovato il contratto a quel "gran campione" di Britos per un altro anno.Ci vogliamo disfare di Behrami, il miglior incontrista che il Napoli possiede. Poi? Le ciliegine del pappone? MA SE LE FICCASSE NEL CULO, DAI. Abbiamo i preliminari tra meno di un mese, tutti i club si stanno rinforzando tranne il Napoli, mentre lo stronzone panzuto caciarone si fa i villaggini cinematografici e ville, a spese di chi? Ma quale scudetto, dai...

Anonimo ha detto...

Strano inoltre che Benitez non parli del suo futuro...

JUVE PADRONA 32 SUL CAMPO ha detto...

SI SI A MARZO A -33 NAPOLETANO PERDENTE LA STORIA NN MENTE IN ITALIA LO VINCERA' LA SUPER POTENZA JUVE IO HO TEVEZ CHE VALE TUTTO IL NAPOLI ................PRONOSTICI NAPOLI JUVE 0A4 E JUVE NAPOLI 5A0 SUPERCOPPA ASSEGNATA A TAVOLINO PER INFERIORITA' DELL AVVERSARIO CALSSIFCA JUVE 1 03 NAPOLI 15 °45 PUNTI ILLUSI DAL 1926

Anonimo ha detto...

non l'ha mai detto

Anonimo ha detto...

sti pezzi di merda di rubentini stanno sempre qua a rompere i coglioni! non potete gioire! potete solo rompere le palle coglioni!

Il tifoso rubentino è apolide, delocalizzato, trapiantato ,infiltrato, sempre ospite e mai padrone. Non ha appartenenza toponomastica, non ha città, si annida ovunque. Esso (sottolineo: esso) diventa tale per mancanza di legame alla sua terra, si lega alla squadra vincente, che diventa l' orfanotrofio dei senza palle. Si sa il matrimonio con la squadra del cuore è indissolubile, ma quello rubentino è un matrimonio di interesse. Per loro la vittoria non sarà mai goduta, vivendo da infiltrato, non potrà mai gioire!

Versione mobile