giovedì 10 luglio 2014

1 DE LAURENTIIS SCATENATO: "Non ci sono solo Michu e Lucas Leiva, anche un terzo acquisto?"


Mentre il Napoli si raduna a Castel Volturno, il presidente De Laurentiis non fa mancare il suo apporto da Roma, dove fra qualche settimana inaugurerà Cinecittà World, un parco dedicato al cinema: "Benitez mi trasmette una enorme tranquillità. Da qualche giorno abbiamo cominciato a lavorare per aggiungere alla squadra le pedine che servono, ma bisogna operare anche in uscita. Michu e Lucas Leiva? Stiamo redigendo un contratto... Higuain resta".
De Laurentiis fa il misterioso, ma entro la data d'inizio del raduno di Dimaro (fissato per il 17 luglio) potrebbe esserci qualche nuovo arrivo: "Anche a me piacerebbe contare su qualche innesto". Michu e Leiva sono i principali indiziati: "E se ne fosse un terzo?" commenta ADL. Che poi concentra l'attenzione sul mercato in uscita: "Quest'anno abbiamo portato 18 calciatori del Napoli al Mondiale. Non si può sempre comprare, ma bisogna anche far crescere i ragazzi che ci sono, i tifosi devono stare buoni. Stiamo lavorando in maniera seria per mettere quelle pedine che servono, ma dobbiamo sistemare 20 giocatori. Higuain invece non si muove".
Il tema del momento riguarda anche il ricambio in Federazione: "Il nuovo presidente deve essere moderno, giovane di testa, pronto a rispettare il passato senza rinnegarlo ma aprire la porta a un futuro che preme da anni. Siamo tutti in grande sofferenza, stiamo sempre a rattoppare. Invece bisogna tagliare ed eliminare il cancro, ricominciando da zero in modo veloci. Negli altri Paesi ci sono riusciti e sono rinati a nuova vita. Il mio candidato? Non lo dirò mai. Non sarebbe giusto e sarebbe maleducato fare campagna elettorale a qualcuno. La democrazia impone di rispettare chiunque si presenterà".
Infine un pensiero sulla Supercoppa Italiana che si disputerà sotto Natale con la Juve, ma non ha ancora una sede: "Ne ho parlato anche con Agnelli, era d'accordo con me che giocarla in Italia sarebbe la cosa più corretta. Se ci dobbiamo spostare altrove perderemmo troppo tempo. Milano? Se ci dessero la possibilità sia l'Inter che il Milan sarebbe una sede importante, facilmente raggiungibile anche da Napoli. San Siro è un grande stadio".

Fonte: SportMediaset.it


1 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

ma chi è Mussolini . ma qual scatenatooo cacc e sord VOGLIAMO VINCERE.

Versione mobile