sabato 26 luglio 2014

0 Del Genio: "Il Napoli prova il 4-3-3, Behrami potrebbe..."


Il giornalista Paolo Del Genio ha rilasciato un'intervista a 100x100napoli.it. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Benitez ha provato subito in campo i sei nazionali arrivati ieri in ritiro, niente lavoro differenziato, gli azzurri sono stati subito aggregati al gruppo nella fase di preparazione e nella partitina su campo orizzontale, a porte piccole, però 11 contro 11 e coi moduli 4-2-3-1 contro 4-3-3. Nel 4-3-3, Jorginho era il vertice basso, con Behrami e Gargano, ovviamente quello sarà un ruolo per Hamsik, ma sono state provate due soluzioni tattiche, ne stiamo vedendo tre alternarsi in questi giorni: il 4-2-3-1, il 4-3-3, anche il 4-2-4 con le due punte schierate in orizzontale. Si stanno provando varie soluzioni, mancano giocatori importanti che arriveranno direttamente a Castel Volturno, parliamo di titolari come Zuniga, Mertens, Higuain, Fernandez, Henrique. Già con coloro che sono arrivati in ritiro si vedono ora degli schieramenti verosimili. Mercato? L'attenzione di tutti è concentrata sulla notizia relativa alla trattativa per Javi Garcia, giocatore rappresentato da Quilon, procuratore di riferimento di Benitez, che potrebbe arrivare a Napoli se va via dal Manchester City, come pare probabile visto che il City ha tanti giocatori per il centocampo. Speriamo possa arrivare questo giocatore che può fare la differenza in mezzo al campo e vedremo poi cosa succederà con Behrami. Benitez e Behrami ieri parlavano molto tra di loro e ciò potrebbe essere un segnale sulla possibile permanenza di Behrami. Insigne? Sta crescendo in personalità, non le ha mandate a dire a Prandelli e a Buffon che avevano scaricato un po' sui giovani dopo l'eliminazione dal Mondiale. Insigne ha detto che si perde tutti, non ha replicato in maniera dura, ma non si è tirato indietro a dire che si perde tutti insieme. Sul ruolo ha detto che è innamorato del 4-3-3 che lo ha esaltato con Zeman, ma è pronto a fare anche quello che ha fatto l'anno scorso, cioè lavoro di sacrificio all'interno del quale può trovare i gol e gli assist che tutti quanti chiediamo, viste le straordinarie potenzialità tecniche di questo ragazzo che l'anno prossimo è destinato sicuramente a fare un ulteriore passo avanti nel processo di crescita che lo sta accompagnado da quando è tornato a giocare nella prima squadra del Napoli".

Fonte: NapoliMagazine.com


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile