mercoledì 9 luglio 2014

3 IL ROMA - Napoli, doppio colpo in tempo per Dimaro



Facciamo in tempo? Sì, forse. Anzi, quasi sicuramente. Il giorno chiave è giovedì. Domani? Forse. Più probabilmente il prossimo. Quello della partenza per Dimaro. Sull’aereo per Verona che partirà a metà mattina Rafa Benitez vuole vedere un nuovo acquisto seduto sul suo bel sediolino. Koulibaly ci sarà, ma lo spagnolo è ghiotto di rinforzi. Ne vorrebbe almeno un altro. Anzi, visto che si è in vena di programmazione, ha fatto anche nome e cognome. Dei due più vicini quello prossimo è Michu. Attaccante spagnolo dello Swansea. Ci siamo. Lui vuole solo il Napoli. Agli amici avrebbe perfino comunicato la sua nuova squadra. Benitez insiste. La “scusa” è quella del preliminare da preparare nel migliore dei modi. «Presidente, vorrei la rosa quanto più possibile completa sin dal primo giorno di lavoro», avrebbe scritto Benitez al patron azzurro. Certo, i nazionali non ci saranno, ma almeno che ci siano i nuovi acquisti. Michu è pronto, vuole il Napoli, è motivato. Non gli importa di far panchina. Lo dirà quando sarà presentato: non si sente solo un vice Higuaìn, ma è uno che può giocare ovunque. Non è vero che predilige soltanto le vie centrali, può anche defilarsi. E sembra tutto pronto: per il prestito con diritto di riscatto. Operazione complessiva di dieci milioni di euro. Un anticipo subito e il resto tra un anno. Qualche clausola anti infortuni ci può stare, ma sono solo illazioni. Di certo c’è che Michu può arrivare anche con Pandev in rosa, e questo è fondamentale. Via libera, quindi? Quasi. Bisogna che le due società mettano per filo e per segno tutti i termini burocratici. Lo scambio dei documenti e il via libera per far volare Michu al Napoli. Il suo contratto dovrebbe essere già in fase di compilazione. Ieri è arrivato il via libera definitivo alla conclusione dell’affare. Al calciatore un contratto di quattro anni, cifre interessanti, attorno ai due milioni di euro. Tutto per l’entusiasmo dell’attaccante, contento di arrivare in una città simile alla sua Oviedo, e dove può rilanciarsi. Ha bisogno di entusiasmo e di calore, e a Napoli lo troverà. Poi c’è l’altro fronte. Quello relativo a Lucas Leiva. In questo caso c’è più distanza. Il Liverpool ha detto sì alla cessione, anche su insistenza del giocatore, che ieri ha virtualmente lasciato i Reds cancellando dal suo profilo Twitter i riferimenti alla squadra inglese. Però il club della Premier League chiede una cessione a titolo definitivo. Andranno bene anche 10 milioni di euro, si vocifera. Il Napoli ha un’idea diversa. Un prestito con obbligo di riscatto, che scatti in automatico al raggiungimento di un certo numero di presenze. Ipotesi che il Liverpool non vede di buon occhio, ma il club di De Laurentiis è pronto a invogliare l’interlocutore alzando la posta. Operazione complessiva a 12 milioni, alzando la valutazione, che per il Liverpool rimane ferma a 15 milioni di euro. Ma per Rafa Benitez, intermediario diretto dell’affare, si può fare uno sconto-amicizia, un occhio di riguardo. Lucas è finito lentamente ai margini: 27 presenze collezionate nello scorso campionato, ma non tutte da titolare. Tutto sommato, poche in Premier League. Poi l’arrivo in casa Liverpool di ben due centrocampisti. Lallana ed Emre Can, esattamente chi prenderà il suo posto. A Lucas non ha fatto piacere, un segnale chiaro che per lui è meglio cambiare aria. Per dimostrare di non essere un giocatore finito. 28 anni Michu, 27 Lucas. Non sono due giovani, ma hanno davanti un altro contratto importante da sottoscrivere. Napoli l’occasione giusta. Il doppio prestito una soluzione per cautelarsi. Non si sa mai.

Fonte: Il Roma


3 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

Ma ci rendiamo conto che barzelletta di merda che siamo? Abbiamo i preliminari di Champions da disputare e ci stiamo comportando sul mercato nemmeno come la Juve, CHE HA VINTO IL CAMPIONATO, e che ha già preso rinforzi. E qui stiamo a luglio con i "sì", i "no" e i "ni" e la sola "grande" notizia che il Napoli giocherà al San Paolo anche quest' anno. Ma dire di andare affanculo a quel pappone del cazzo sarebbe il minimo, mi meraviglia davvero tanto che Benitez, con questa situazione di merda, sia ancora qui. Ma che cialtrone impareggiabile...

Anonimo ha detto...

Ma tu anonimo delle 15:54 li tieni i doldi per comprarti il Napoli? Se li tieni compralo e facci vedere che sai fare e poi vediamo, ma se non li tieni stai zitto e guarda se ti interessa altrimenti camvia squadra e tifa rubentus ok?

Anonimo ha detto...

Sempre e solo sceneggiate,
uno stadio a pezzi e che ogni anno ci tiene sulle .....
acquisti,prestiti, mentre la Roma prende un fior di giocatore a costo zero.
ci risiamo? Addirittura si riparla di Quagliarella,.
che Teatrino ,non sono il presidente,ma come tifoso dico,basta alle illusioni.
teniamoci o giocatori che abbiamo,invece si svenderli che infondo non lo meritano,visto ciò che hanno dimostrato al mondiale,e pensiamo alle cose primarie,fra cui un stadio splendido come quello juventino.
e poi basta con ste sceneggiate ,,le
TARANTELLA L'ABBIAMO INVENTATA NOI.
e come sempre noi tifosi napoletani siamo nati x soffrire,. Ormai è la realtà,e vi prego non parliamo di Champions o scudetto,altrimenti viene su un vero e proprio TEATRINO come sempre con noi che facciamo le marionette
.............

Versione mobile