giovedì 31 luglio 2014

0 L'operazione Fellaini entra nel vivo: due fattori peseranno sul possibile trasferimento


L’operazione Fellaini entra nel vivo: il Napoli cerca di stringere i tempi per il calciatore belga del Manchester Uniterd e il diesse azzurro Bigon ha lanciato il definitivo assalto. Ma con calma, senza eccessi o strappi. Perché questo tipo di trattative richiedono tempo e testa. Soprattutto se sull’altra sponda c’è una società che ha speso tanto per il centrocampista e ora c’è un allenatore, Louis Van Gaal, che non gradisce troppo il riccioluto belga. Le parti, come è normale che sia, al momento sono divise da distanze siderali. Lo United vuole una cifra tra i venti e i venticinque milioni per cedere il cartellino del calciatore, il Napoli pensa a un prestito con diritto di riscatto mettendo subito sul piatto della bilancia una cifra che potrebbe anche avvicinarsi ai tre milioni di euro. Da questo punto si tratta. Anzi si inizia a discutere. Sapendo che ogni giorno che passa è un vantaggio per il Napoli. Perché Fellaini vuole andare via, ha intenzione di trasferirsi in una squadra che comunque gioca la Champions e, soprattutto, ha sondato Mertens.
E il compagno in nazionale belga non poteva che tracciare un profilo eccellente di Napoli e del club. In questa trattativa molto dipenderà dalla volontà del giocatore e dal ruolo che giocherà il mercato in entrata degli inglesi. Infatti Van Gaal sta spingendo per portare ai Red Devils un centrocampista con spiccate doti offensive. Proprio l’identikit del calciatore che dovrebbe prendere il ruolo di Fellaini. A quel punto lo United potrebbe anche avere necessità, oltre a incassare qualcosa, a liberarsi di un contratto comunque oneroso.

fonte: Corriere del Mezzogiorno


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile