giovedì 24 luglio 2014

5 Nessuna certezza sul futuro di Benitez, De Laurentiis conferma: "Fa bene a guardarsi intorno"


Il 2014-2015 è l’anno della verità: per le ambizioni del Napoli e anche per il rapporto tra Aurelio De Laurentiis e Rafa Benitez, la cui durata e prospettive sono legate a stretto giro ai risultati della prossima stagione. Stima e feeling tra i due sono ancora ai massimi livelli. Oggi la possibilità che il matrimonio sportivo possa avere un seguito resta concreta. Ma è altrettanto vero che certezze non ce ne sono. Benitez ha infatti iniziato la stagione con il contratto in scadenza e per adesso non intende affrontare l’argomento. «Parlare ora del mio rinnovo mi sembra rischioso, ci sarà tempo. Posso solo dire che darò sempre il cento per cento per la mia squadra, la società e i tifosi: fino alla fine», ha svicolato il tecnico spagnolo, senza dunque sbilanciarsi sulla sua conferma. «Rafa è un grande professionista e ha il diritto di guardarsi intorno: è umano, magari si libera la panchina del Barcellona o del Real Madrid...
Io ho esercitato l’opzione per tenerlo qui fino a giugno del 2015 e spero di collaborare con lui molto a lungo, anche se è inutile guardare così avanti: vedremo», gli ha risposto il presidente, mettendosi in attesa. I due ne riparleranno tra qualche mese, quando bisognerà spazzare via, finalmente, quel punto interrogativo dalla panchina azzurra.

Fonte: Repubblica


5 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

HO SEMPRE DATO TORTO AI TIFOSI CHE TI ACCUSAVANO DI TIRCHIERIA XCHè IO TI ERO GRATO CHE CI AVESSI PORTATO DALLA SERIE C AI CAMPI DELLA CEMPIONS MA ORA BASTA DI SOLDI C'è NE SONO LA RIMANENZA DELLA VENDITA DI CAVANI GLI OLTRE 80 MILIONI DELLA CEMP DELL' ANNO SCORSO è QUESTA DI QUEST'ANNO AVRAI UN TESORETTO DI CIRCA 100 MILIONI DI EURI è TI PERMETTI DI NON COMPRARE NESSUNO?? ECCO SPIEGATO IL MOTIVO XCHE' BENITEZ NON RINNOVA LO HA CAPITO PURE LUI SARA' SPAGNOLO NOIN FESSO CORRI C'è ANCORA QUALCUNO DI BUONO IN GIRO PRENDI DI MARIA SOPRENDI TUTTI SE NO ANNO PROSSIMO RIMMARRAI UNA MANO DAVANTI è UNA IN DIETRO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

IO lo scrivo da quando il pappone disse che poteva permettersi 11 messi in campo , li capii che era arrivato un ciarlatano. mi hai fatto venire lo schifo di guardare il napoli.

Anonimo ha detto...

Non facciamo i conti senza tenere conto degli stipendi da pagare ai calciatori e a tutti gli addetti che lavorano nella società. E' vero la società ha incassato 100 milioni ma quanto ne spende per la gestione di tutta la baracca? Credo almeno 50 - 60 milioni, perciò si ha un tesoretto di almeno 40-50 milioni....Lo so anche io che sono tifosissimo che vorrei grandi campioni nel mio amatissimo Napoli, ma so cosa significa gestire soldi, persone e obiettivi.......non è una impresa facile!

Anonimo ha detto...

Purtroppo e' cosi' fa bene il babbascione a guardarsi intorno, qui il progetto e' limitato, io credo che De Papponis voglia vincere non ha la faccia del perdente, ma vuole farlo senza spendere , e qui la cosa diventa difficile. Fateci caso la stessa cosa e' accaduta anche con Mazzarri , quando occorreva piazzare 2-3 colpi importanti per il definitivo salto di qualita' ha temporeggiato fino a quando mMazzarri ha preferito andare via e abbiamo dovuto rifare tutto da capo , e nel frattempo abbiamo perso Lavezzi e Cavani , con Benitez succedera' la stessa cosa !Saluti a tutti

Anonimo ha detto...

D' accordo con l' anonimo 20:24.
Farebbe bene anche il pappone a guardarsi intorno, quando anche il più idiota dei tifosi gli avrà voltato le spalle e lui non avrà più disponibilità tali da permettersi altri villaggini cinematografici e puttanate affini che a lui piacciono tanto. BUFFONE.
Se andrà via Benitez, mi farò due risate sul prossimo allenatore, che sarà o Guidolin o Gasperini. Dubito che un allenatore di nome, visto l' andazzo di 'sto buffone, si arrischierà di sputtanare la sua reputazione. Tanto tutti ormai hanno capito che non ci sarà mai un vero processo di crescita. Al pappone interessano solo due cose della consociata SSC Napoli: che i conti siano in ordine e che gli frutti soldi; i tifosi non contano un cazzo per lui tranne quando si tratta di publicizzare la nuova stagione, come i politici che si fanno vedere solo nelle campagne elettorali. Scordiamoci scudetti e altre cazzate.

Versione mobile