mercoledì 2 luglio 2014

0 San Paolo, venerdì il controllo dell'Uefa: il Napoli mette fretta al Comune


La querelle stadio continua a tenere banco. Il Napoli avrebbe già voluto firmare la nuova convenzione triennale per l’utilizzo del San Paolo, ma la situazione è ancora ferma e l’amministrazione Comunale ha prorogato di 60 giorni il vecchio accordo per cominciare la stagione senza assilli. La società azzurra preme per una soluzione in tempi rapidi considerando che venerdì arriverà l’Uefa per un’ispezione. Il governo europeo del calcio pretende risposte certe sulla sede degli impegni per la prossima stagione che sia Champions oppure Europa League. Da Palazzo San Giacomo, comunque, arrivano segnali distensivi. Lo dice il capo di gabinetto del sindaco de Magistris, Attilio Auricchio: «È necessario rassicurare i tifosi — ha detto a radio Kiss Kiss — non deluderemo le loro aspettative. Il Napoli giocherà al San Paolo tutte le partite, compreso il preliminare di metà agosto. Non ci saranno problemi. La proroga è il segnale che si sta discutendo in maniera serrata per trovare una soluzione. Il nostro intento è la riqualificazione dell’attuale impianto».

Fonte: Repubblica


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile