venerdì 22 agosto 2014

4 Anche Benitez lo sa: ecco perché l'Europa League sarebbe una "tragedia"


Il Napoli ha l'obbligo di fare un'impresa al “San Mames” per eliminare l'Athletic e accedere ai gironi di Champions. Il danno per la mancata partecipazione alla massima competizione europea ammonterebbe da un minimo di 9 a un massimo di 12 milioni di euro. Aurelio De Laurentiis ha pronta proprio questa cifra prima di agire nelle ultime fasi del mercato, confidando, appunto, nella qualificazione ai gironi. Finire in Europa League, infatti, sarebbe per prima cosa un grave danno economico, senza contare i mancati introiti di sponsor e diritti tv.Sommando alla buona anche queste cifre la perdita potrebbe superare facilmente i 20 milioni di euro.Mazzata economica, quindi, che pregiudicherebbe anche il mercato 2015, ma non solo.

LACRIME E SOLDI PERSI - L’Europa League metterebbe in crisi la psiche di quei campioni come Gonzalo Higuaìn o José Callejon, che tengono moltissimo a giocare la massima competizione europea. Una delusione che potrebbe portare, a medio-lungo termine, un disagio anche pesante in ottica futura. Niente da temere per adesso, ma la rabbia di Higuaìn dopo il pari di martedì al San Paolo era un antipasto dei malumori che potrebbero arrivare. L’Europa League comprometterebbe anche il mercato immediato: al netto del discorso infortunio, giocatori come Fellaini verrebbero accantonati.

MERCATO SOTTOSOPRA - Ma anche altri eventuali “colpacci” dell’ultimo momento rischierebbero di non esserci. E infine ci sarebbe la delusione dei tifosi: il mercato non certo da consegnare alla storia ha già fatto innervosire la piazza, martedì fin troppo critica con la squadra. Finire in Europa League non aiuterebbe il clima. E infine Benitez: il suo “non facciamone una tragedia” è un messaggio da psicologia inversa. Il chiaro segno di come uscire dalla Champions sarebbe, di fatto, esattamente una tragedia. Una prospettiva orribile che nessuno vuole prendere in considerazione.

Fonte: Calciomercato.com


4 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

Ma che cavolo di articolo ... la colpa è tutta del Peconaro. Ha voluto giocare d'azzardo sperando che la dea bendata non lo abbandonasse ... e rischia di andargli male!!! Se succede è tutta colpa sua con 50 mln. in cassa e 30 dalla champions ... con tutto quello che ne consegue per giocatori come Callecon, Higuain lo stesso Mertens e il grande Benitez!!!!

anna cotugno ha detto...

D

anna cotugno ha detto...

IL DISASTRO DEVE ANCORA VENIRE X COLPA DI DELAURENTIS CHE VENDE GIOCATORI A10 POI VUOLE COMPRARE QUELLI DA 5 QUANDO BENITEZ SI ROMPE I COGLIONI E SE NE VA IL NAPOLI SI SBRICIOLERA E SVALUTERA TT IL CALCIO NAPOLI DELAURENTIS TI PENTIRAI

Anonimo ha detto...

Annarè, purtroppo questo Peconaro lo teniamo da oltre 10 anni e, tranne che una rivoluzione (come successe con Ferlaino, tanti anni fa), è talmente attaccato alla zizza della SSC Napoli che sarà molto difficile staccargliela ... chiediglielo a Fabio Cannavaro quanto chiede questo peconaro per vendere una Società che patrimonialmente è zero ...

Versione mobile