venerdì 1 agosto 2014

5 De Laurentiis striglia Insigne sul rinnovo del contratto!


Un giocatore rimasto nel cuore di De Laurentiis: «Voglio ringraziarlo perché è stato un grande professionista e un guerriero. L’abbiamo accontentato. Noi non tratteniamo mai nessuno, se sei felice a Napoli siamo contenti, ma se per stupidità dei tuoi collaboratori o agenti, o per una questione di “sfruculiare” il pasticciotto per avere maggiori prebende gli si dice: ragazzino, impara a stare a posto con le regole di un contratto. Ma questo non è certamente il caso di Behrami». Ogni riferimento a Insigne è puramente voluto.

Fonte: Corriere dello Sport


5 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

Caro pappone del cazzo, in questa vicenda alla fine chi lo prende in culo sarai certamente più tu che lui se andrà via, eh?! Soprattutto per via degli ormai infiniti "due di picche" che stai acchiappando in tutta Europa! Medita pappone, medita...altrimenti sarai costretto a richiamare Calaiò!

Anonimo ha detto...

Tutto quello che vuoi tu,ma non sta ne in cielo,e ne in terra l'aumento ad insigne..... L'anno scorso ha firmato un contratto da 1,5 ml mentre due anni,prima percepiva l'80% in meno quindi e inutile sbattersi,manco vale tutto quell'ingaggio,addirittura vuole di più!!! Io per 25 ml lo venderei e comprerei candreva.....

Anonimo ha detto...

presidente manda afanculo questo moccioso presuntuoso del cazzo

Anonimo ha detto...

È facile fare il Ricchione con il culo degli altri, se a cacciare i soldi sarebbero tutti quelli che criticano il Napoli militerebbe in serie D... Ipocriti e presuntuosi. 10 anni fa avrei firmato per rivincere la coppa Italia e giocare in coppa campioni e lottare per lo scudetto, mo non va bene nemmeno più quello e per questa filosofia becera che a Napoli stamm nguajat

Anonimo ha detto...

Anonimo 00:41, attenzione ai congiuntivi e al verbo essere! Non si parla, almeno in questo caso, della taccagneria del pappa, ma della semplice realtà delle cose. Avevo già scritto da qualche altra parte che i giocatori sono opportunisti e mercenari, è così purtroppo. Se Insigne ha rifiutato un ingaggio più sostanzioso da parte di un altro club, era chiaro che il pappa dovesse adeguare il suo stipendio, anche se ritoccato appena un anno fa. Altrimenti i campioni non li trattieni. Allora il tutto ci riporta alla domanda da un milione di dollari: chi cazzo glielo fa fare al pappone di promettere scudetti e grande squadra se non ha la possibilità economica organizzativa di poterla allestire?

Versione mobile