mercoledì 6 agosto 2014

0 Higuain: "Messi mi voleva al Barça? Ho scelto Napoli, mai detto di voler andare via!"


Delusione metabolizzata, dunque: si sente pronto, adesso a lanciare la sfida alla Juventus e a interromperne il dominio italiano?
“Direi proprio di si. Però, non vorrei che parlassimo troppo del prossimo campionato e perdessimo di vista il preliminare di Champions League: io ci tengo da morire a giocarla. Ho dentro ancora la delusione dello scorso anno, quando uscimmo per un gol di differenza”.
Quella sera, la vittoria sull’Arsenal non servì a nulla e ci furono pure le sue prime lacrime napoletane.
“Piansi per rabbia: non meritavamo l’eliminazione. Non so se nella storia della Champions c’è una squadra che non si sia qualificata pur sommando 12 punti” .

Due acquisti, Koulibaly e Michu, e la prospettiva di un terzo, Fellaini: crede che possano bastare perché il Napoli sia competitivo in campionato e in Europa?
“Il vantaggio che abbiamo rispetto allo scorso anno è che esiste un progetto avviato, conosciamo già il campionato e abbiamo imparato che i punti contro le piccole non dobbiamo perderli. Non dovrà più accadere, dovremo avere sempre lo stesso atteggiamento in tutte le gare. Una grande squadra non può perdere tanti punti con squadre di fascia bassa, io sono motivatissimo e immagino soltanto cosa potrà accadere il giorno in cui dovessimo vincere lo scudetto. Vorrei proprio godermela quella festa”.
Stasera, l’amichevole col Barcellona: ritrova l’avversario di sempre, che lei ha sfidato più volte nel «clasico». Una partita dal grande fascino, nonostante le numerose assenze tra gli spagnoli. Ed a proposito di Barcellona e delle indiscrezioni circolate durante il Mondiale che l’avrebbero voluto pronto a giocare al fianco di Messi, nella Liga: qual è la verità?
“Io non ho mai affrontato quest’argomento, ho sempre detto la verità. E, cioè, che avrei voluto pensare soltanto al Mondiale e che poi sarei ritornato a Napoli. Dunque, ero tranquillo, non avevo nulla da temere, perché non c’era nulla da commentare. Se Messi ha detto certe cose, posso soltanto esserne lusingato. Io credo che a tutti i giocatori piacerebbe giocare al fianco di un grande campione. Ma ciò non vuol dire che uno voglia andare via”.

Fonte: Gazzetta dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile