lunedì 4 agosto 2014

0 Il San Paolo dà altre grane: sediolini non a norma, si rischia l'esclusione dalle coppe!


Il San Paolo ha riaperto le porte in occasione dell’amichevole col Paok, ma all’orizzonte già si intravedono nuovi problemi per lo stadio di Fuorigrotta: per il 2015-2016 sarà necessario sostituire i 60.000 seggiolini del San Paolo che dovranno rispondere alle normative Uefa (l’altezza di quelli attuali non é sufficiente), pena l’esclusione del Napoli competizioni europee. Annoso problema Il rischio è lontano dodici mesi, ma è giusto che l’allarme venga lanciato ora, visto e considerato che la questione San Paolo si trascina ormai da tempo e che negli ultimi due anni i problemi si sono acuiti. La società chiede al Comune di assumere impegni precisi: De Laurentiis vanta infatti dei crediti nei confronti dell’ente proprietario dello stadio e anche la spesa per i nuovi seggiolini (circa 6 milioni di euro) spetterebbe appunto al Comune. Da Palazzo San Gacomo, però, alcuni consiglieri hanno già fatto muro: “Non si possono chiedere soldi pubblici per i seggiolini visto quanto ricava il Napoli dal San Paolo”. La battaglia é appena iniziata, o forse non é mai finita.

Fonte: Gazzetta dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile