giovedì 28 agosto 2014

0 Rivelazione shock di Batistuta: "Troppo dolore alle gambe, quando vidi Pistorius... "


Quelle che arrivano dall'Argentina sono dichiarazioni destinate sicuramente a fare molto rumore. A parlare, infatti, è Gabriel Omar Batistuta che, per la prima volta, racconta il calvario vissuto nei mesi appena successivi al suo addio al calcio giocato. Mesi di dolore, angoscia e idee che definire drastiche sarebbe un eufemismo.
"Dopo aver smesso col calcio, nel giro di poco tempo, praticamente mi sono trovato nell'incapacità di camminare", racconta Bati-goal a 'Tyc Sports'.
Quindi l'ex bomber di Fiorentina e Roma scende nei dettagli, e rivela: "Sentivo tanto male che non riuscivo ad alzarmi dal letto e mi urinavo addosso. Il dolore alle caviglie era insopportabile, a tal punto che chiesi al mio dottore di tagliarmi le gambe. Vidi Pistorius e mi dissi che quella era la soluzione. Il medico non volle, mi disse che ero pazzo, mi operò alle caviglia destra ma la situazione non migliorò".
Alla fine, però, l'idea di procedere all'amputazione ha lasciato spazio a più miti consigli: "Il mio problema è che non ho cartilagini e tendini. I miei 86 chili poggiano sulle ossa e questo mi faceva morire dal male. Poi piano piano la situazione è migliorata. Adesso sto meglio, ma c'è voluto molto tempo". Il peggio, ora, è finalmente alle spalle.

Fonte: Goal.com


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile