domenica 24 agosto 2014

0 Zuniga di nuovo scomparso, Ghoulam in ritardo, Mesto in panchina: c’è Britos


Ingovernabile la fascia sinistra, passa da un padrone all'altro, senza trovare un attimo di pace. Si procede a tentoni, con risultati altalenanti, tra scelte obbligate o avventate, a seconda delle circostanze. Parte dei problemi si annidano proprio in quella porzione di campo che rischia di creare un caso mediatico ma anche e soprattutto tecnico. Col Bilbao è toccato a Britos e il risultato finale è stato tutt'altro che esaltante: un pesce fuor d'acqua che si batte fin che può, annaspa e poi molla. Lo stesso calciatore ha ammesso di non trovarsi a suo agio in quella posizione ma le scelte del tecnico regnano sovrane. Ecco appunto Benitez, partito quest'anno da un concetto fondamentale: si gioca con due terzini, uno bravo nella fase propositiva l'altro più accorto, per salvaguardare gli equilibri di squadra. Da qui la scelta adottata con i baschi, impopolare e per certi versi incomprensibile, se si guarda con un pizzico d'attenzione la panchina. Casacca da riserve per Ghoulam, Henrique e Mesto, in tribuna il desaparecido Zuniga, vittima di un affaticamento muscolare e comunque mai in ballottaggio per una maglia da titolare, a causa di una condizione fisica che nel complesso risulta essere ancora scadente. Eppure al Mondiale ha giocato tanto e bene, ritagliandosi uno spazio importante nell'undici di una nazionale assai forte. Protagonista anche l'algerino, altra piacevole sorpresa della rassegna brasiliana. Non mancano certo le soluzioni, sempre nel rispetto dell'armonia tattica. Non saranno al top ma anche coloro che hanno partecipato al ritiro sin dal primo giorno non hanno dimostrato di averne più degli altri anzi, sono andati in grande difficoltà. Ha risolto Higuain, uno che durante il Mondiale ha speso tantissimo. La qualità dei singoli, in ogni caso, può fare la differenza, in attacco e non solo, ed è deleterio non tenerne conto. Ecco perché al San Mames, con ogni probabilità, le scelte saranno diverse, a cominciare proprio dalla corsia sinistra: in rampa di lancio Ghoulam mentre a destra, in luogo di Maggio, potrebbe agire Henrique, più abile dal punto di vista difensivo. Poche possibilità per Mesto, mai provato sul versante mancino e comunque poco convincente nel corso del precampionato. Dovrà lavorare ancora tanto prima di mettersi al passo con gli altri. Fuori dalla corsa anche Zuniga che rischia ancora una volta di essere escluso dall'elenco dei convocati. Un po' di confusione in un settore che nel match di andata ha sofferto più del previsto le incursioni di Muniain e Susaeta. L'allenatore iberico potrebbe dunque tornare sui suoi passi, affidando le chiavi delle fasce ai legittimi proprietari.

Fonte: ilRoma


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile