giovedì 18 settembre 2014

0 Figc, via alle riforme: così cambia il calcio italiano


Oggi andrà in scena un Consiglio Federale lampo, convocato lunedì scorso e il cui ordine del giorno è arrivato soltanto ieri pomeriggio. Il protagonista sarà ancora Claudio Lotito che illustrerà le linee guida delle riforme con cui la nuova Figc vuole cambiare il calcio italiano. Tra queste: i club dovranno essere organizzati sul modello della licenza Uefa (rose di 25 giocatori, di cui 6/8 provenienti dal settore giovanile, tesserati da almeno 3 anni), nuovi format dei campionati (serie A a 18, B a 20, Lega Pro a 36/40 squadre, in un arco di quattro anni), liberalizzazione della multiproprietà e del doppio tesseramento dei tecnici nella stessa stagione. Questo è quello che filtra. Le riforme non verranno approvate oggi, perchè ci sarà prima da discutere, ma l'idea è di spingere fin da subito per portare a casa il più possibile. In programma oggi la nomina del nuovo direttore generale che sarà Michele Uva.

Fonte: Corriere dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile