venerdì 5 settembre 2014

0 Guardiola ha provato fino all'ultimo a portare Inler al Bayern, a dire 'no' è stato lo svizzero


Inutile negarlo, la sua mancanza si è sentita tanto nel play off di Champions League contro l'Athletic Bilbao. Sia all'andata che al ritorno, senza Gokhan Inler, il Napoli non è mai riuscito a tenere palla in mediana e soprattutto a verticalizzare l'azione velocemente come piace a Rafa Benitez. A Genova se n'è avuta la conferma, senza nulla togliere sua all'ottimo Gargano ammirato nelle ultime due sfide europee e ad un Jorginho instancabile, Inler è senza dubbio il meglio che il centrocampo azzurro possa offrire in questo momento. Giusto dunque chiedersi il perché della sua esclusione dalla doppia sfida che avrebbe potuto regalare al Napoli sia la fase a gironi della prossima Champions League, che 30 e più milioni di euro alle casse della società partenopea. La versione ufficiale, quella regalata da Rafa Benitez, parla di uno stato di forma non ottimale dello svizzero a fine agosto. Maliziosamente, però, si potrebbe pensare (sia per Inler che per Zuniga) ad un'esclusione programmata per non far abbassare il valore dei due in caso di cessione, rendendoli appetibili dai club che avrebbero partecipato alla Champions League.
Che valga la versione ufficiale o quella maliziosa, a questo punto poco importa. Inler è ancora parte integrante di questo Napoli e, come visto a Genova, con lui in campo la squadra cambia e in positivo.

Impegnato attualmente con la sua nazionale, per preparare il match che la Svizzera giocherà contro l'Inghilterra lunedì prossimo a Basilea (valevole per le qualificazioni alla fase finale degli Europei 2016), Inler vuole ricominciare da questo settembre, dalla vittoria di Marassi, per costruire una stagione che potrebbe regalare comunque tante gioie al club di De Laurentiis. Campionato, Coppa Italia, Supercoppa Italiana ed Europa League sono nel mirino del leone svizzero di origini turche, 30enne con la volontà L’ex Udinese era stato richiesto con insistenza dal Bayern Monaco ma non ha mai pensato di lasciare il Napoli di un ragazzino nel mettersi a disposizione di Rafa Benitez per un'annata che, persa la Champions, potrebbe comunque regalare sorprese positive.

Le lusinghe estive del Bayern Monaco sono ormai acqua passata, perché per quanto i bavaresi abbiano provato a convincere Inler a lasciare Napoli, il capitano della Svizzera non ha mai ceduto alla tentazione di approdare ai campioni di Germania. Alla sua quarta stagione in azzurro, Inler è ormai integrato alla perfezione con città e tifoseria, e lui stesso è conscio del fatto che il meglio deve ancora venire. La stagione è iniziata con una delusione che non lo ha visto protagonista in campo, ma tanto è bastato per caricarlo a dovere per l'esordio in campionato che, seppure non lo ha visto al massimo della condizione, è valso subito una vittoria. Il Napoli è ripartito, con e da Inler.

Fonte: IlRoma


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile