sabato 27 settembre 2014

0 Maggio: "Il gruppo è unito, rialzeremo la testa!"


"Il gruppo è unito, rialzeremo la testa". Christian Maggio lancia la sua carica ai microfoni di Radio Kiss Kiss. L'esterno azzurro analizza il momento del Napoli e garantisce sulla forza sia fisica che morale della squadra..

"Non stiamo attraversando un momento positivo, ma questo gruppo è solido, c’è sempre, remiamo tutti dalla stessa parte. Siamo consapevoli che i risultati non sono come ci aspettavamo ma è nei periodi difficili che si vede la squadra. E noi siamo uniti per reagire a questo inizio negativo".

"Quando le cose non vanno bene, all’esterno si dicono tante cose non vere. Noi siamo un gruppo solido, stiamo gli stessi dell'anno scorso ed alcuni di noi si conoscono da tanto tempo. Io sono convinto che sapremo uscirne, in questi momenti bisogna essere forti ma anche sereni. La voglia di rialzarci è tanta, stiamo lavorando tanto dal primo giorno di ritiro e presto usciremo a testa alta da questo periodo".

"Se guardiamo le partite con Udinese e Chievo, sono state due gare incredibili in cui abbiamo dominato a tratti, abbiamo creato occasioni ed alla fine abbiamo perso. Con il Palermo abbiamo segnato subito e non siamo riusciti ad amministrare. Ma nel calcio questi momenti no ci stanno, l’importante è saper reagire. Abbiamo una rosa di uomini di esperienza che conoscono il calcio e sanno che tutti insieme si può risalire anche perché siamo appena all’inizio della stagione".

Cosa vi sentite di dire ai tifosi in questo momento. C'è bisogno del loro supporto?

"I tifosi sono importanti ma dobbiamo essere noi a portarli dalla nostra parte. Loro vogliono vincere e anche noi vogliamo vincere. Tutti insieme, come dice il mister, possiamo arrivare lontano. Sotto il punto di vista della voglia e dell’impegno stiamo dando il massimo anche in allenamento. Posso garantire a tutti che questa squadra è forte, ora dobbiamo stare tranquilli, lavorare sempre con grande intensità ed i risultati arriveranno. Siamo appena all’inizio e presto rivedremo il vero Napoli".

Domenica si gioca alla mezza, orario particolare, può essere una insidia in più?

"Sì è un orario strano ma personalmente a me piace. Poi ci stiamo abituando perché ormai da anni si gioca 2-3 volte in stagione ad ora di pranzo. Il Sassuolo è in ogni caso una squadra molto ben organizzata con uomini di qualità. Il nostro obiettivo è imporre il nostro gioco e non subìre. L’anno scorso vincemmo giocando benissimo e vogliamo esprimerci ai nostri livelli anche stavolta".

Incontrerai un compagno ed un amico: Paolo Cannavaro...

"Paolo è una bandiera e resterà sempre un simbolo di Napoli. Lui è stato il primo che mi ha aiutato ad ambientarmi 7 anni fa. E’ un amico vero, ma in campo saremo avversari e cercheremo di batterci".

Dopo Sassuolo si va a Bratislava: "Sì, ci teniamo molto a far bene in Europa. Non la sottovalutiamo affatto anche perché vogliamo riscattare la Champions e superare il girone. Abbiamo iniziato con una vittoria e vogliamo continuare a vincere".

Capitolo Nazionale. Anche Conte punta su di te:

"Sì, Conte ha già dato i suoi input, sono contento che abbia fiducia in me e spero di dare il massimo anche per la Nazionale".

Fonte: SSCNapoli.it


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile