giovedì 4 settembre 2014

0 Quando il cambio di tecnico ti fa perdere la nazionale....De Guzman, Henrique ed Insigne!


Cambiano i commissari tecnici, addio Nazionale. E’ quanto capitato a De Guzman, Insigne ed Henrique. Più o meno protagonisti all’ultimo Mondiale, so ritrovano ora fuori dal giro mondiale. Ora le motivazioni sono forti per riconquistare quella maglia ed a Benitez non può che far comodo disporre di tre elementi così determinati.

DE GUZMAN. Jonathan de Guzmán è stato impiegato in tre partite del Mondiale dal tecnico Van Gaal. L’ultima, nella gara con il Brasile del 12 luglio valida per il terzo posto. De Guzman era uno dei due centrali di centrocampo davanti alla difesa, in coppia con Clasie. In precedenza l’ex regista dello Swansea si era distinto nella sonora vittoria sulla Spagna ed in quella sull’Australia. Con il passaggio da Van Gaal ad Guus Hiddink, de Guzmàn si è visto escluso dall’amichevole di domani contro l’Italia e di conseguenza anche con la Repubblica Ceka del 9. Ma l’olandese, 26 anni, ha già spedito un primo segnale al nuovo ct, il gol realizzato domenica al Genoa.

INSIGNE. Anche Lorenzinho con l’avvento di Conte alla guida della nazionale al posto di Prandelli non è stato convocato nel team azzurro. Ma lui è giovanissimo (24 anni), ha talento e farà di tutto per riconquistarsi spazio in Nazionale dopo l’esperienza al Mondiale (una presenza, con il Costarica). E lo può fare solo mettendosi in luce nel Napoli, come ha già cominciato a fare.

HENRIQUE. Il centrale difensivo brasiliano, 27 anni, pur con una sola presenza al Mondiale era ritenuto un pupillo di Scolari. Con l’avvento di Dunga è uscito dalla nazionale dove invece è rientrato il compagno di squadra, Rafael. Ora Henrique ha una sola possibilità: farsi notare nel Napoli.

Fonte: Corriere dello Sport


0 commenti:

Feeds Comments

Versione mobile