venerdì 17 ottobre 2014

3 Marolda: “Il Napoli cerca investitori per la costruzione dello stadio, non per la cessione..."


Francesco Marolda interviene ai microfoni di Marte Sport Live: “Bisogna distinguere tra quello che c’è di vero e quello che è pura fantasia…Da quello che so io il Napoli cerca investitori per la costruzione dello stadio e non per la cessione del club. In più, io non mi nascondo, e devo dire che mi fa un po’ paura un presidente che viene da lontano, investe tantissimo, poi si annoia e se ne va; preferisco un napoletano, un italiano che viva la squadra e sia più o meno interessato alla sua crescita…Se fossi de Larentiis io mi domanderei se in me c’è ancora la voglia di andare avanti per costruire qualcosa di vincente, se a tale domanda dovessi rispondere no, cercherei di passare la mano, ma conoscendo il presidente…Dico solo che i nuovi introiti possono venire o da uno stadio di proprietà da gestire, o da un merchandising fatto bene…”.

Fonte: ilNapoliOnline


3 commenti:

Feeds Comments
Anonimo ha detto...

Caro Marolda e torniamo al punto di partenza: Bisogna investire.
Ma poichè il Tuo non ne ha alcuna intenzione, ecco che la domanda si risponde da sola!!! Ieri sera ho ascoltato una trasmissione sportiva con Tonino Iavarone e Fedele (i grandi geni del momento!). Un invitato, non so chi sia, presentato come esperto delle cose di calcio ha detto, giustificando i pochi investimenti che si fanno nel calcio italiano: "Pensate che quest'anno il Manchester United ha concluso un accordo di sponsorizzazione con la Nike per 93,0 mln. l'anno per 10 anni, più la sponsorizzazione di 60,0 mln. l'anno con la Chevrolet fanno più di 150 mln. da spendere. Non possiamo confrontarci con queste potenze!
A parte il fatto, che se vi andate a leggere i Bilanci del 2002 di queste Società, essi risultano essere la quarta/quinta parte di quelli attuali (ricordiamoci che 10 anni fa De Laurentis acquistò dal fallimento il Napoli di oggi).
Ma l'affermazione è sbagliata nei termini. La domanda doveva essere:"Perchè la Nike e la Chevrolet concludono con il MU accordi di tal genere?". Forse perchè in 12 anni il MU ha investito nelle strutture, nell'organigramma della Società e di conseguenza è in grado di far sviluppare il brand di questi marchi al meglio. Quindi, se in 10 anni il Peconaro non ha speso un centesimo per tali progetti, pensando solamente al lucro, come può la Nike prendere in considerazione il Napoli? Eppure, dal punto di vista del seguito e delle richieste televisive, il Napoli non ha nulla da invidiare al MU!!! Ma di cosa stiamo parlando, caro Marolda?

Anonimo ha detto...

Caro Tifoso 18:31, parole sacrosante, ma stai a vedere che qualche idiota pro-Peconaro, come lo definisci tu, inveirà contro di te apostrofandoti come antinapoletano, ingrato al caciaron-losangelino, di andare a tifare Inter, Milan o Juve, o con altre stronzate di questo genere. Meno male che stanno cominciando a diminuire almeno...

Anonimo ha detto...

PURE GLI SVIZZERI CI HANNO MENATO CHE ROBA

Versione mobile